Utente Password Ricordati

Eventi


Link


Login

 Nickname

 Password




Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

 
 Dalla rivista AD, marzo 1992

 Un ininterrotto diario d'umori e allusioni

  Secondo un ormai lungo percorso, la pittura di Claudio Marini, che ha 
 esposto  alcuni suoi
DIPINTI a Palaz­zo Rondanini a Roma, si fonda su una
 dimensione emotiva partecipa­ta nella sua immediatezza, affidan­dosi dunque
 ad una risoluzione ge­stuale anche quando la materia pit­torica tende a
 rapprendersi in  una propria consistenza. Marini lavora in termini lirici, e i suoi
 dipinti so­no come  le notazioni di un ininter­rotto diario di incontri, accensioni
 d'umori, d'allusioni, di memorie. Il suo esercizio pittorico s'affida ad una
 condizione di sincerità espres­siva, e risulta coinvolgente proprio implicando
 nell'alta temperatura di una reiterata emotività d'accensio­ni, quasi in una sorta
 di ansia di testimoniare il trascorrere d'un pro­prio vissuto immaginativo,
 sensibi­lissimo ad ogni provocazione im­maginativa e ad ogni
 occasione, d'impatto visivo, o di ritorno me­moriale. Ed è proprio in una di­
 mensione di memoria che sembra assestarsi il ciclo più recente delle opere
 proposte.

                  Enrico Crispolti










Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari
Questo sito è stato creato da Carmela Quaglia.
con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL

Powered by MD-Pro