Utente Password Ricordati

Eventi


Link


Login

 Nickname

 Password




Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

Da  Il Messaggero 7 Agosto 2012
di Danilo Maestosi

Bandiere. E' il tema e l'oggetto su cui da anni Claudio Marini, 60 anni, una solida carriera decollata con la partecipazione alla Biennale di Venezia dell' 82, ha concentrato da anni la sua ricerca pittorica. E sul quale è tornato a concentrarsi in occasione dell'Infiorata di Genzano: con un bozzetto incluso nel tradizionale tappeto fiorito della rassegna e una mostra, curata da Gabriele Simongini, e in scena nelle sale di Palazzo Sforza Cesarini che la nuova Giunta ha appena riaperto dopo un lungo restauro. La bandiera come simbolo sacro di ogni nazione, ma anche come specchio degli orrori, delle cadute, dei drammi che ne costellano la storia. Ecco che così le sue pennellate pur rimanendo fedeli all'icona e ai suoi colori ne ritraggono e ne aggiornano il volto nascosto. Impietosamente e senza retorica. Le stelle del vessillo dell'impero americano che si trasformano in croci, il sole rosso del Giappone che vacilla su uno sfondo sconvolto dal terremoto, la stella di Davide di Israele che scolora tra le scorie tragiche della nascita del nuovo stato, l'aquila faraonica dell'Egitto che si scheggia e dilava nei nuovi orizzonti della rivolta contro la dittatura. L'arte che si sforza di misurare il mondo.



Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari
Questo sito è stato creato da Carmela Quaglia.
con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL

Powered by MD-Pro